Alimentazione ricca di grassi animali e cancro. Evidenze scientifiche. Articolo della Dottoressa Maria Angela Macario. Nutrizionista, Biologa

La dieta ricca di grassi saturi influisce sulla progressione del tumore metastatico aumentando di oltre il 30% lo sviluppo di tumore alla prostata in uomini con una dieta con un alto quantitativo di grassi. Evidenza notata anche in uomini che sono passati da una dieta più ricca di frutta e verdura ad un’alimentazione incrementata con cibi di origine animale (es.in persone che per varie motivazioni hanno dovuto migrare negli USA). Già dati di laboratorio avevano evidenziato lo sviluppo di tumori in topi che si nutrivano con una dieta arricchita di grassi rispetto ai topi che seguivano una dieta vegana. Il tipo di alimentazione influisce sullo stato di infiammazione cellulare che predispone al cancro e sull’equilibrio ormonale importante per lo sviluppo e l’ostacolo di alcuni tipi di tumore. Un’ alimentazione ricca di proteine e grassi animali (carni, salumi..) si è rivelata assolutamente sconsigliata in presenza di patologie tumorali, oltre che cardiache, così come i latticini; a favore invece di un’alimentazione ricca di frutta, verdura, cereali integrali, legumi. Un’alimentazione ricca di grassi di origine animale è in grado di attivare le metastasi e rendere così mortale il tumore. Il metabolismo dei lipidi funziona da benzina per sostenere lo sviluppo tumorale. Per queste ragioni, oltre che cercare di eliminare i grassi animali dalla dieta, le ricerche scientifiche stanno cercando di eliminare il nutrimento e l’energia per lo sviluppo del tumore e cioè i grassi cattivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *